Abbiamo 61 visitatori e nessun utente online

Arthur C. Clarke - Le guide del tramonto

Scritto da Paolo Casarini on . Postato in Romanzi

Copertina de "Le Guide del Tramonto"Arthur C. Clarke è comparso nuovamente su Urania Collezione nel Luglio del 2016; nella stessa collana erano stati pubblicati "Polvere di Luna" e "Le Sabbie di Marte". Scritto nel 1953, "Le Guide del Tramonto" appare con il titolo "Childhood's End" (La Fine dell'Infanzia).

Protagonista di questa vicenda è la comparsa di una razza aliena, le cui astronavi 'parcheggiano' silenziose sulle capitali della terra, senza far altro che dare ordini e modificare l'assetto politico terrestre. Nessuno li ha mai visti, né nessun alieno è mai sceso effettivamente sulla Terra, ma la loro guida porta la civiltà umana a una nuovo pace e a prepararsi all'unificazione sotto una solo Federazione Terrestre. E anche quando si mostreranno, nessuno ancora saprà realmente chi siano i Superni (come vengono chiamati) e quale sia il loro vero scopo.

La prima parte del romanzo è affascinante. Risuona nuovamente il tema delle civiltà spaziali che verrà esplorato anche in "Incontro con Rama"; il mistero dei Superni è il motore della storia e il vero motivo d'interesse da parte del lettore. I Superni sono una razza intelligentissima, superiore agli umani sia sul piano intellettivo che puramente biologico; sono una sorta di "razza perfetta" che però, sospetta qualcuno, potrebbero seguire gli ordini di qualcuno ancora al di sopra. Su questa linea Clarke proporrà un finale metafisico, o comunque meno verosimile/scientifico di quanto ci si potrebbe aspettare.

"Nessuna mente intelligente si dispiace dell'inevitabile"

La lettura è assolutamente gradevole e offre spunti interessanti, come la visione di una Terra in pace che pensa solo a divertirsi mentre le macchine compiono tutti i lavori pesanti e il sogno (forse una necessità) di un evoluzione ulteriore dell'intera civiltà umana prima che questa possa compiere nuovi balzi nell'esplorazione dell'universo.